Skip to Content

L’azionariato Popolare è una priorità politica e sociale senza bandiere: non dovrebbe essere una questione di schieramenti.

L’aria però che tira è come sempre questa. Chi propone una legge sull’azionariato nel calcio sta all’opposizione e chi la ritiene non prioritaria sta al governo.

Abbiamo una ragionevole convinzione che a parti invertite sarebbe la stessa cosa: il ministro Lotti ed altri diventerebbero improvvisamente paladini della buona cosa e Lega o chi per loro si accorgerebbero altrettanto improvvisamente che il mondo economico che “conta” non li sosterrebbe più ed inventerebbero mille scuse per tirarsi indietro.

La verità è solo una: l’introduzione di una legge che sviluppi l’azionariato popolare nel calcio e nello sport in genere, rappresenterebbe una delle più importanti riforme sociali e civili del secolo di questo paese.

Studio per un progetto di Legge finalizzato allo sviluppo della partecipazione popolare ed economica nel mondo del calcio (sport) professionistico italiano

Pubblichiamo il frutto del lavoro di ricerca della nostra commissione legislativa impegnata da tre anni nello studio di una proposta di legge finalizzata allo sviluppo della partecipazione popolare ed economica nel mondo del calcio e non solo.

Mihajlovich è il giusto allenatore per il Toro del futuro?

54% (21 votes)
No (se vuoi scrivi un commento con il nome di un altro allenatore)
31% (12 votes)
Non so
15% (6 votes)
Total votes: 39

Dalla Spagna allo studio una multa per stadi vuoti

 Dalla Spagna è in preparazione una proposta provocatoria: una multa alle società che non riescono a riempire il proprio stadio almeno fino al 75%

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/04/19/ciro-esposito-scontro-prima-d...

e intanto 

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/04/19/ciro-esposito-scontro-prima-d...

Dopo anni di Ventura, è venuto il momento di cambiarlo?

CAPTCHA
This question is for testing whether you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.

Il Torino Fc negli ultimi 4 anni con l'avvento di Ventura è cresciuto. Hai cambiato opinione su Urbano Cairo?

CAPTCHA
This question is for testing whether you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.

D'amore mai si muore... la vera storia dello spirito del Toro.

Racconto di Pasqua dedicato a tutti gli appassionati della più forte squadra del
mondo.

La Pasqua di Risurrezione, che anche quest'anno si avvicina, mi induce a
soffermarmi su quella che, nella mia testa, ho sempre fantasticato essere la vera
e completa storia dello spirito del "Toro".
Ve la voglio raccontare, nella speranza che vi piaccia.
Quel che noi tifosi granata chiamiamo "Toro", infatti, ritengo lo pensiate anche
voi, non coincide esattamente con il Torino Football Club.
Quest'ultimo, però, ha ricevuto la missione di rappresentare lo spirito del "Toro" nel mondo e di incarnarlo sui campi di calcio...
Non sempre ci riesce purtroppo ma, quando lo fa, sarete d'accordo con me, sono
momenti indimenticabili.
Il "Toro" però è anche qualcosa di più, un qualcosa fatto di storia, di luoghi, di
persone e dei loro ideali.
Non sarò breve, perché questo non è un articolo ma appunto un racconto, forse
un saggio, non so... comunque ritagliatevi un attimo di tempo e prendetevela
comoda. Magari accendete la stampante e poi leggete queste righe sulla carta,
anche un po' per volta...

 

Le origini storiche dello spirito del "Toro"
2 settembre 1706

Syndicate content